Oxford per testare il vaccino covid-19 nei bambini per la prima volta

L'Università di Oxford ha sviluppato il proprio vaccino in collaborazione con AstraZeneca Plc e ha recentemente lanciato uno studio per valutare la risposta immunitaria di questo vaccino nei bambini per la prima volta.

Una sperimentazione per testare l'affidabilità del vaccino sui bambini

Secondo l'e-mail dell'università, lo scopo dello studio è quello di testare la sicurezza e l'efficacia del vaccino in persone dai 6 ai 17 anni.

Il vaccino Oxford con AstraZeneca è un vaccino che richiede due dosi per essere completamente efficace. D'altra parte, è un vaccino molto più economico, il che lo rende più facile da distribuire rispetto al resto dei vaccini che sono arrivati sul mercato.

Per questa prova, sono stati aperti 300 posti di volontari e i primi vaccini dovrebbero essere disponibili questo mese.

AstraZeneca mira a produrre 3 miliardi di vaccini quest'anno ed entro aprile dovrebbe produrre più di 200 milioni di dosi.

D'altra parte, l'azienda farmaceutica svedese-britannica ha difficoltà a ingaggiare nuovi produttori per la produzione dei suoi vaccini, poiché le dosi distribuite finora in un numero limitato di località in Europa si sono rivelate insufficienti.

Proliferazione del vaccino AstraZeneca

Inoltre, il vaccino di AstraZeneca è stato chiamato "il vaccino del mondo" per il suo basso costo e la facilità di distribuzione, che lo rende così ricercato dai governi di Europa, Stati Uniti e Regno Unito.

Infatti, l'azienda farmaceutica è in procinto di firmare con altre aziende farmaceutiche per soddisfare la domanda dell'UE, poiché l'impianto belga che AstraZeneca aveva, Thermo Fisher Scientific, è un po' "indietro" con le richieste.

Tuttavia, nessun funzionario ha segnalato problemi di salute o altri problemi gravi che potrebbero essere la causa del ritardo dell'azienda belga, ma ha detto che "non è mai stata loro intenzione di coprire tutta la produzione farmaceutica nell'UE; non è fattibile".