Il segretario al Tesoro USA è fiducioso nella ripresa economica degli Stati Uniti

La segretaria al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha fatto dichiarazioni all'inizio di questa settimana che suggeriscono che la Federal Reserve è fiduciosa sullo stato dell'economia statunitense. Secondo la signora Hellen, le banche americane potrebbero riprendere a pagare i dividendi e a riacquistare le loro azioni. Ha fatto la dichiarazione dopo che le è stata posta una domanda in un'udienza del Congresso.

Sia Yellen che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell erano presenti all'udienza del Congresso. Sono stati chiamati a riferire su una decisione economica che l'agenzia statunitense aveva intenzione di prendere nel secondo trimestre del 2021.

La Yellen dice che le istituzioni bancarie americane sono in una forma migliore.

Quando un membro della commissione bancaria del Senato le ha chiesto se fosse contraria a che le banche paghino dividendi e riacquistino azioni, la Yellen ha detto di no, dato che le istituzioni finanziarie statunitensi si stanno gradualmente riprendendo dagli effetti della pandemia sui loro sistemi. Ha aggiunto che le banche che riacquistano azioni e pagano dividendi devono farlo all'interno delle regole che sono in vigore.

Yellen e Powell hanno fatto le stesse osservazioni davanti a un altro comitato la stessa settimana. Sono apparsi davanti al Comitato dei Servizi Finanziari della Camera e hanno persuaso i membri della Camera sullo stato della ripresa dell'economia.

Mr Powell è fiducioso che l'economia nel 2021 avrà una forte ripresa.

Durante la sua udienza, Powell ha espresso la fiducia che l'economia statunitense avrà una forte ripresa nel 2021. Analisti ed economisti dicono che l'economia si sta riprendendo più velocemente del previsto, ma c'è ancora una buona possibilità che l'inflazione destabilizzi gli sforzi del governo americano. Il loro ottimismo sull'economia è anche il risultato del lancio del vaccino e dello stimolo del coronavirus che è stato iniettato nell'economia questo mese.

Il governo e la banca centrale degli Stati Uniti hanno speso fino a 5 trilioni di dollari per minimizzare l'effetto del coronavirus sull'economia, sotto forma di pacchetti di stimolo, aiuti finanziari, ecc.